Diario di una schiappa [Sett. Martedì]

Diario di una schiappa

SETTEMBRE

Martedì

Prima di tutto voglio chiarire una cosa: Questo è un GIORNALE DI BORDO, non un diario. Lo so che sulla copertina c’è scritto diario, ma quando Mamma è andata a comprarlo le ho detto CHIARO E TONDO che ne volevo una dove non ci fosse scritto “diario”.

Appunto. Adesso manca solo che qualche idiota me lo scopra e si faccia l’idea sbagliata.

E poi voglio che sia ben chiaro che quella del diario è un’idea di MAMMA e non mia.

Ma se crede che qui ci scriva i miei “sentimenti” o chissà cosa, è pazza. Non aspettatevi niente del genere “Caro Diario” di qua e “Caro Diario” di là.

L’unica ragione per cui ho accettato di scrivere è perché ho pensato che quando sarò ricco e famoso avrò di meglioo da fare che pasare la giornata a rispondere a domande stupide. Quindi questo libro mi sarà utile.

Come dicevo, un giorno sarò famoso, ma adesso mi tocca fare le medie insieme a un mucchio di cretini.

Voglio chiarire subito che secondo me la scuola media è la cosa più stupida che sia mai stata inventata. Ci sono dei tapetti come me che non sono ancora cresciuti, insieme a dei gorilla che si devono fare la barba due volte al giorno.

E poi si stupiscono che ci sia tanto bullismo nella scuola media.

Se fossi io a decidere, farei le classi in base all’altezza e non all’età. Ma anche questa non è una soluzione, perché gente come Chirag Gupta sarebbe ancora in prima elementare.

Oggi è il primo giorno di scuola e stimano aspettando che il Prof si sbrighi a finire la piantina della classe; così ho pensato che potevo scrivere qualcosa per passare il tempo.

E a proposito di piantine, ora vi do un buon consiglio. Il primo giorno di scuola, bisogna stare molto attenti a dove ci si siede. Uno entra in classe, butta le suo cose sul primo banco che gli capita e poi si sente dire dal Prof:

SPERO CHE VI PIACCIA IL BANCO CHE AVETE SCELTO PERCHÉ SARÀ IL VOSTRO POSTO PER TUTTO L’ANNO.

Così adesso mi ritrovo bloccato con Chris Hosey davanti e Lionel James dietro.

Jason Brill è arrivato in ritardo e a momenti si sedeva accanto a me, ma per fortuna sono riuscito a evitarlo giuto in tempo.

La prossima volta dovrei cercare di sedermi in mezzo a un gruppo di ragazze carine. Ma se lo facessi, vorrebbe dire che non ho impararato niente dall’esperienza dell’anno scorso.

Accidenti, sono so cosa gli è preso alle ragazze quest’anno. Era tutto più facile alle elementari. Funzionava così: in classe quello che correva più veloce aveva tutte le ragazze per sé.

E in quinta il più veloce era Ronnie McCoy.

Adesso è tutto molto più complicato. Adesso dipende da come ti vesti o da quanto sei ricco o se hai un bel sedere o non so cosa. E i tipi come Ronnie McCoy si grattano la testa e non riescono a capire cosa cavolo è successo.

Tra i ragazzi della mia età, il più popolare è Bryce Anderson. Quello che mi dà veramente fastidio è che io sono SEMPRE stato amico delle ragazze, mentre Bryce è solo da un paio d’anni che le guarda.

Mi ricordo com’era Bryce alla elementari.

Bryce dica LE RAGAZZE SONO CACHE PUZZOLENTI!
Un altro ragazzo dica SÌÌÌÌ!
Io dico PER ME LE RAGAZZE NON SONO CACCHE PUZZOLENTI!

Ma naturalmente adesso nessuno mi riconosce il merito di essere sempre stato dalla parte delle ragazze.

Come ho già detto, Bryce è il più popolare, così tutti gli altri ragazzi stanno cercando di capire a che punto sono della classifica.

Da quello che ho potuto dedurre, io dovrei essere al 52° o 53° posto ques’anno. Ma buona notizia è che di sicuro guadagnerò una posizione perché sono subito sotto Charlie Davis che la prossima settimana si mette l’apparecchio.

Ho cerdato di spiegare questa cosa della popolarità al mio amico Rowley (che probabilmente si aggira intorno al 150°), ma mi sa che gli e entrata da un orecchio e uscita dall’altro.

分享到 评论